Sex education: Feticismo tra cross-dressing e tentai


Sex education, ormai nota serie televisiva della OTT Netflix, presenta, attraverso il format del comedy-drama, la vita di un gruppo di liceali alle prese con problemi sessuali. Il protagonista Otis decide di offrire, in cambio di un compenso, delle consulenze sessuali considerando le conoscenze di cui dispone per via di sua madre, una sessuologa (interpretata da Gillian Anderson) che cerca di affermarsi nel campo dopo il divorzio. Alcuni personaggi sono caratterizzati da vari feticismi o da problemi legati alla propria sessualitá, e uno di questi costituisce un caso molto interessante per il collegamento diretto con due specifiche pop culture erotiche giapponesi, il crossdressing alieno e il più ambiguo tentacle sex.

Read more...

NipPop intervista Daniela Travaglini: La voce di Kurihara Sadako


In occasione della pubblicazione del volume di Kurihara Sadako, una preziosa selezione di poesie a verso libero composte tra il 1941 e il 1983 e di saggi scritti a partire dagli anni Sessanta, e dedicati alla dolorosa esperienza del bombardamento atomico, abbiamo incontrato la curatrice e traduttrice, Daniela Travaglini.

Read more...

La voce di Kurihara Sadako: i ciliegi di Hiroshima e la poetica della bomba atomica.


6 agosto 1945. È una data rimasta impressa nella storia. Un evento drammatico ha scosso l’umanità, lasciando tracce indelebili. La bomba atomica si avventa sul Giappone, spazzando via la città di Hiroshima, il 9 agosto è la volta di Nagasaki. 

Read more...

Quel che affidiamo al vento: Laura Imai Messina in Salaborsa


Martedì 28 gennaio la scrittrice e blogger Laura Imai Messina ha dialogato con Paola Scrolavezza, presentando il suo ultimo romanzo Quel che affidiamo al vento in Salaborsa. Il romanzo, delicato ed emozionale, affronta il dolore della perdita con raro rispetto. 

Read more...

Murakami Ryū e il valore metaforico del cibo


Identità in bilico, perse, smarrite sullo sfondo di una Tokyo che non dorme mai. Corpi apparentemente fatti di carne, di sangue dal colore “nero, non rosso, proprio come la salsa di soia in cui si intinge il sashimi”, autentiche imitazioni di esseri umani. Queste sono le figure protagoniste di Tokyo Soup, pubblicato nel 1997 ed edito in Italia nel 2006, un romanzo pulp, malato, brutale.

Read more...

Il sapore del sake


La cartella del professore di Kawakami Hiromi: una storia d’amore tra i gusti del Giappone

Read more...

NipPop @INALCO: Itō Seikō


Il 2 dicembre 2019 si è tenuto a Parigi il secondo incontro annuale che dal giugno dell’anno scorso riunisce sotto il medesimo tetto dell’Institut national des langues et civilisations orientales (INALCO) ricercatori e autori del panorama letterario post Fukushima. La journé d’études è stata ancora una volta il frutto della collaborazione tra Anne Bayard-Sakai, portavoce dell’Institut français de recherche sur l'Asie de l'Est (IFRAE) e Kimura Saeko dello Tsuda College di Tōkyō, massima esperta nel campo della letteratura giapponese contemporanea seguita all’11 marzo 2011.

Read more...

NipPop@TIFF2019: Tezuka’s Barbara


Macoto Tezka ha partecipato in concorso al Tokyo International Film Festival 2019 con una pellicola conturbante tratta da Barbara, una delle opere più mature del padre Osamu Tezuka.

Read more...

NipPop Book Club: La ragazza del Kyūshū


Mercoledì 11 dicembre il noir giapponese è tornato ad allietare le nostre serate, e questa volta ad accendere le discussioni durante l’incontro del NipPop Book Club è stato il romanzo La ragazza del Kyūshū, dalla penna di Matsumoto Seichō.  

Read more...

NipPop@TIFF2019: I was a Secret Bitch

 


Al TIFF2029 abbiamo visto in anteprima I Was a Secret Bitch (“Kakure Bicchi” yattemashita “隠れビッチ”やってました). Una commedia drammatica, diretta e sceneggiata da Miki Kochihiro, che segue il difficile percorso di crescita di una spezza-cuori seriale.

Read more...

  • 1
  • 2