Il ritorno di My Hero Academia


In attesa della quinta stagione, Midoriya e i suoi amici si preparano ad una nuova sfida.

È il 4 aprile 2020 quando in Giappone va in onda il finale della quarta stagione di My Hero Academia, e da allora i suoi fan attendono notizie riguardo alla nuova serie. Un'attesa difficile da sostenere, specialmente dopo aver visto nell'ultimo episodio l'eroe Endeavor raggiungere finalmente il titolo di “numero 1”, con la sconfitta del nemico Nomu in diretta mondiale televisiva. Un colpo di scena non da poco, dato l'alone di mistero che sin dai primi episodi accompagna il personaggio e la competizione con il pilastro della serie All Might

Per tutti voi che, incuriositi dall'articolo, avete deciso di dedicargli il vostro tempo pur non conoscendo l'anime in questione, sappiate che siete ancora in tempo per recuperare! L'anime è tratto dal manga omonimo, ancora in corso, scritto e disegnato da Kōhei Horikoshi ed edito in Italia da Edizioni Star Comics, che fino a ora ha tradotto 23 dei 26 volumi pubblicati. La trama di base vede la popolazione mondiale per l'80% dotata di abilità speciali, chiamate Quirk, situazione che con il tempo ha portato alla fondazione di una società di supereroi votata a osteggiare il crimine. Il protagonista della serie, il giovane Izuku Midoriya, nato sprovvisto di poteri, incontra All Might, l'eroe simbolo della pace per la sua forza e per la sua bontà d'animo, che gli dona la sua abilità chiamata One For All. Iscrittosi alla più rinomata scuola di addestramento per eroi, il liceo Yuei, Midoriya avrà modo di affinare le sue tecniche e di conoscere molti altri giovani che come lui condividono il sogno di diventare l'eroe numero uno.

Quanto detto è più che sufficiente per poter seguire senza troppe difficoltà il nuovo OVA di My Hero Academia, andato in onda in Giappone e all’estero (con sottotitoli in inglese) il 16 agosto 2020, da pochi giorni disponibile sul web anche in sub-ita. L'episodio intitolato Fallo! Esercitazioni di sopravvivenza alla o la va o la spacca (Make It! Do-or-Die Survival Training) è stato presentato diviso in due parti della durata di 23 minuti ciascuna, e si inserisce nella trama all'altezza della terza stagione intorno agli episodi 51 e 52, prima degli esami degli eroi provvisori. 

In questo nuovo movie, il quarto della serie fino ad ora pubblicato, dopo l'ultimo dell'anno scorso, la classe di Midoriya deve svolgere un'esercitazione in vista degli esami per ottenere la licenza da eroe così da essere a tutti gli effetti qualificati per la difesa pubblica. Il gruppo di studenti, diviso in due squadre, viene inviato in zone differenti per una simulazione di salvataggio. L'episodio si concentra però solo sul Team A, quello di Midoriya, la cui missione è sottrarre al pericolo un fantoccio di pezza intrappolato nelle gallerie di un centro commerciale in fiamme. A differenza di quanto ci si potrebbe aspettare, non vi è quindi nessun nuovo cattivo che i nostri eroi dovranno fronteggiare! Ma questo non si traduce comunque in un elemento di debolezza per via delle numerose abilità che i nostri eroi utilizzeranno per superare la sfida. 

Il team si divide su proposta di un altro personaggio, Bakugō Katsuki, dopo di che inizia la ricerca del fantoccio, rallentata da una serie di imprevisti: il crollo di alcuni piani dell'edificio a causa dei danni riportati durante l'incendio, l'impossibilità di fare della luce con il potere della fiamma per evitare l'intossicazione da monossido di carbonio, e ancora lo scoppio delle tubature che provoca l'allagamento totale delle gallerie sotterranee. Oltretutto, da semplice simulazione finalizzata al salvataggio di un fantoccio, la prova diventa a tutti gli effetti una vera operazione di soccorso quando un altro studente, Iida Ten'ya, subisce un infortunio e Todoroki Shōto rimane bloccato all'ultimo piano per avere utilizzato il suo potere congelante per arrestare l'aumento del livello dell'acqua. Tuttavia i nostri amati “quasi-eroi” collaborando riescono non solo a trasportare fino alla superficie Iida, grazie all'abilità di levitazione di Uraraka Ochako che permette di spostare i detriti, ma anche a riattivare il generatore d'emergenza dell'edificio tramite l'abilità di produrre scariche elettriche di Kaminari Denki. Gli ultimi ad abbandonare l'edificio per mezzo di una strabiliante combinazione di poteri di ghiaccio, esplosioni e forza bruta, utilizzati insieme per sfondare le pareti, sono i membri del trio Midoriya-Todoroki-Bakugō, che, l'uno accanto all'altro, ci condurranno verso la fine di questo episodio.

Questo nuovo capitolo che spezza i tempi d'attesa della quinta stagione, probabilmente in uscita per la primavera del 2021, non manca quindi di colpi di scena che sembrano mettere in pericolo la vita dei partecipanti, né di situazioni in cui possiamo vedere la loro capacità strategica. È solo infatti grazie a un lavoro di squadra ben orchestrato e al risultato del perfezionamento delle loro abilità che la simulazione non degenera in una situazione ben più critica.

Sebbene l'attesa sia ancora tanta, un tweet dello scorso luglio di Yūki Hayashi, compositore e arrangiatore delle musiche della serie, informa i fan sullo stato della produzione a oggi:

“Oggi abbiamo registrato la colonna sonora per la quinta stagione di My Hero Academia! Grazie a tutti i fantastici musicisti”.

Questa semplice dichiarazione in realtà contiene una decisa rassicurazione su come i lavori stiano procedendo senza - per ora - ulteriori ritardi dovuti alla pandemia di Covid-19. E chissà, magari prima della quinta stagione, verremo sorpresi da altri episodi simili a questo di cui oggi vi abbiamo parlato. Dopotutto è lo stesso insegnante Eraserhead a dichiarare alla fine della puntata: “Ergerò molti muri davanti a voi. Superateli!”.

Fonte: AnimeNewsNetwork

  • 1
  • 2