Dal Festival di Angoulême, un tributo ad Akira di Katsuhiro Ōtomo

In occasione del Festival del fumetto di Angoulême dell'anno scorso, Katsuhiro Ōtomo è diventato il primo fumettista giapponese a essere stato insignito del Grand Prix, titolo che gli è valso l'onore e l'onere di presenziare quest'anno in qualità di ospite d'onore e presidente della giuria del 43° Festival International de la Bande Dessinée di Angoulême.

Inoltre, ha tenuto, in concomitanza con l'evento, una mostra personale e una conferenza di oltre due ore dedicata ad Akira, durante la quale ha rivelato alcune indiscrezioni sulla possibilità di creare una serie televisiva dallo stesso soggetto.

Per omaggiare l'artista nipponico, che ha realizzato il manifesto del festival di quest'anno, tenutosi dal 28 al 31 gennaio scorsi, 42 fumettisti internazionali hanno realizzato un tributo in collaborazione con la casa editrice Glénat. Le illustrazioni verranno raccolte in un albo ed esposte da quest'estate presso la Galerie Glénat di Parigi.

 

 

Qui l'elenco degli artisti coinvolti: Virginie Augustin, Bannister, Dominique Bertail, Matthieu Bonhomme, Aleksi Briclot, Francesco Cattani, Lorenzo Ceccotti, Merwan Chabane, Olivier Coipel, Luigi Critone, Simone D’Armini, Ludovic Debeurme, Benoît Feroumont, Manuele Fior, Juan Gimenez, Joël Jurion, Jean-Philippe Kalonji, Viktor Kalvachev, Nicolas Keramidas, Kim Jung Gi, Olivier Ledroit, Stéphane Levallois, Li-An, Liberatore, Julien Loïs, Vincent Mallié, Dilraj Mann, Stan Manoukian, Thierry Martin, Laureline Mattiussi, Hugues Micol, Timothée Montaigne, Nicolas Némiri, Vincent Perriot, Gloria Pizzilli, Victor Santos, Stan Sakaï, Otto Schmidt, Guillaume Singelin, Jirô Taniguchi, Lucio Villani & Vince.