L’inarrestabile Chanmina

 

Il 2017 è ormai alla fine, ma non si può negare che in questo anno la giovanissima Chanmina (ちゃんみな) abbia fatto parlare di sé: per chi non la conoscesse, è una cantante nippocoreana emersa all’inizio di quest’anno sulla scena musicale giapponese. Non possono non colpire il suo talento e il suo essere un po’ fuori dagli schemi, che le permettono di incantare il pubblico a ritmo di hip-hop con qualche nota pop.

Miseinen (未成年), il suo album di debutto ufficiale con la casa discografica Victor Entertainment è uscito ufficialmente a inizio marzo dopo un assaggio con FXXKER, un singolo estremamente accattivante che acquista punti in più grazie a un video musicale che non si può di certo definire sobrio. E non solo per il look.

Degna di nota è anche la precedente collaborazione a fine 2016 con il famoso DJ TeddyLoid per una versione più aggressiva della canzone Daikirai (ダイキライ), quando ancora non ci era ancora stata data la possibilità di conoscere davvero Chanmina se non per il singolo Mirror uscito ad aprile 2016. Nessuno si sarebbe immaginato quello che sarebbe emerso appena l’anno dopo.

Chanmina è una figura piuttosto affascinante, una ventata fresca nel panorama musicale giapponese che, per nostra fortuna, non smette di regalarci novità. La sua voce si adatta perfettamente al genere che propone, senza risultare mai pesante o noiosa all’ascolto.

Benché sia passato poco tempo dal suo debutto, la rapper non si è minimamente fermata!

Oltre a vantare una nuova collaborazione, questa volta con Miyavi per la canzone No Thanks Ya, inclusa in Samurai Session Vol.2, il più recente album del cantante, questo novembre la rapper nipponica ha lanciato un nuovo album: Chocolate, che tiene tranquillamente testa al disco precedente.

  

A fare da apripista a questo album composto da 8 brani,  è stato l’omonimo singolo con tanto di video musicale, decisamente diverso rispetto a FXXKER, al punto da far quasi pensare a un cambio di stile. Fortunatamente il sound invece è rimasto lo stesso, tant’è che Chocolate è una di quelle canzoni che non si può fare a meno di ballare benché forse una delle meno rappate del disco.

Ritmi hip-hop a fare da contorno a testi prevalentemente rap che però non diventano mai ripetitivi o tediosi. Tra tutti, forse è Who Are You il brano più “lento”, seguito da Light It Up. In generale però si tratta di musica frizzante e non cupa o dura, aggettivi che magari si possono associare al classico rap. C’è anche da dire che forse la differenza sotto questo aspetto è data proprio dalla tonalità calda della voce femminile di Chanmina.

Nell’insieme Chocolate è un album molto godibile, consigliato a chi cerca qualcosa di nuovo e diverso pur essendo interessato a questo genere musicale.

Chanmina si rivela una curiosa novità e il suo potenziale è solo confermato dall’impegno che mette nella musica e non solo, considerando che sempre quest’anno è uscita una sua linea di accessori in collaborazione con il celebre brand Hello Kitty.

 

  • 1