Tōkyō Ghoul: quando l’horror cannibale incontra la discriminazione di massa

Tōkyō Ghoul (Tōkyō gūru 東京喰種) è uno dei manga dark fantasy più famosi nel panorama internazionale. La serie, scritta e disegnata da Sui Ishida, è pubblicata in Italia da J-Pop, che ha tradotto tutti i quattordici volumi.

Visto il successo, sono state create anche due serie anime, mentre un film live action è previsto per l’estate 2017. Il protagonista è Ken Kaneki, un giovane studente universitario al quale, in punto di morte, vengono trapiantati organi di un ghoul, ovvero un’entità soprannaturale.

La storia è ambientata nella Tōkyō dei giorni nostri, sconvolta dalla furia omicida di alcuni temibili ghoul, mostri che bramano la carne umana. Ken Kaneki è un eccellente studente universitario che ama leggere, ma la sua quotidianità sarà sconvolta dall’incontro - in un bar - con Rize, una ragazza piena di fascino. Rize si rivela presto un ghoul intenzionato di fare di Ken la sua preda. La ragazza riesce a ingannare Ken, portandolo in un luogo appartato e lo colpisce ripetutamente, lasciandolo in fin di vita. All’improvviso, da un edificio in costruzione, cadono alcune travi che colpiscono Rize, uccidendola sul colpo. Ken viene portato d’urgenza all’ospedale e il chirurgo che si occupa di lui, nel tentativo disperato di salvargli la vita, gli trapianta proprio gli organi di Rize. A Ken basterà poco per realizzare che non è più il ragazzo comune che era una volta: ora è diventato un mezzo ghoul. Da qui in poi la storia si sviluppa intorno alla sopravvivenza di Ken in una città disseminata di esseri disumani pronti a tutto pur di accaparrarsi della carne umana, e intorno a come il protagonista riuscirà a stabilire il proprio “territorio di caccia” in un luogo che pullula di mostri senza pietà.

 

Il simbolo che contraddistingue Ken è la maschera di cuoio che copre il suo sekigan, ovvero l’occhio da ghoul le cui pupilla e sclera diventano rispettivamente rossa e nera, con delle piccole venature vermiglie. Questa particolare modalità si attiva nel momento in cui il ghoul diventa estremamente affamato di carne umana.

Tōkyō Ghoul trasmette un messaggio importante rivolto alla discriminazione di massa: i ghoul vengono inseguiti, condannati e colpevolizzati senza tener conto che non tutti sono cannibali senza pietà, ma che anzi, alcuni di loro preferiscono cibarsi di cadaveri piuttosto che di esseri viventi. La storia può sembrare molto cruda, ai limiti dell’horror splatter, ma per chi vuole avvicinarsi al genere pian piano è la scelta ideale.

I quattordici volumi della serie manga editi da J-Pop si possono trovare in tutte le fumetterie, oppure sono acquistabili sul sito della casa editrice stessa.

"Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia."

— Ken Kaneki, Tōkyō Ghoul, Capitolo 1

 

Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, null given in /web/htdocs/www.nippop.it/home/libraries/rokcommon/RokCommon/Collection.php on line 101Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.nippop.it/home/libraries/rokcommon/RokCommon/Collection.php on line 102