Terra Formars: quando l’insetto schiaccia l’uomo

Gli insetti sono le creature più diffuse sul nostro pianeta, capaci di vivere in condizioni estreme e di procurare danni enormi nonostante le piccole dimensioni. Proprio per questo l’uomo tende a eliminare (o a voler eliminare) ogni insetto che abbia la sfortuna di incrociare la sua strada. Ma se invece fossimo noi quelli “schiacciati” e “cacciati”?

Terra Formars è un manga che prende spunto proprio da qui, immaginando una situazione in cui sono gli esseri umani a dover fuggire dagli scarafaggi. Scritto da Sasuga Yū e disegnato da Tachibana Kenichi a partire dal 2011, vanta anche una serie anime e un live action diretto da Takashi Miike.

La storia inizia in un futuro non molto lontano, più avanti nel ventunesimo secolo. Le risorse naturali della Terra sono sempre più carenti e la popolazione continua ad aumentare senza sosta. I leader mondiali decidono quindi che è ora di provare a colonizzare Marte. Gli scienziati mettono a punto un metodo molto particolare per “terraformare” (cioè rendere abitabile e adatto alla vita) il pianeta rosso: inviare su Marte colonie di scarafaggi, resistenti a condizioni estreme, che con il loro guscio nero contribuiranno ad attirare la luce del sole e quindi a riscaldare il pianeta, rendendolo nel lungo tempo abitabile.

Più di cinquecento anni dopo l’inizio di questa operazione, l’atmosfera e la superficie marziana sono finalmente diventate adatte alla vita umana. Viene quindi creata una speciale squadra di disinfestazione, con l’obiettivo di eliminare gli scarafaggi e avviare la costruzione di una colonia. Prima di partire, i membri della missione “BUGS2” vengono sottoposti a un particolare trattamento che li trasforma in ibridi uomo-insetto, permettendo così loro do acquisire specifici poteri di attacco o difesa.

Quello che i quindici giovani inviati sul pianeta rosso ignorano è che durante questi cinquecento anni gli scarafaggi su Marte si sono evoluti, assumendo forme quasi umanoidi e dotate di una forza e di una velocità quasi soprannaturali.

Da quel momento in poi inizia una spietata lotta per la sopravvivenza: da un lato, quella della squadra di esplorazione umana, dall’altro quella degli scarafaggi ormai evoluti che risiedono sul pianeta da secoli. Alla prima missione ne seguirà un’altra, in un avvicendarsi di scontri cruenti con le creature marziane e di rivelazioni sulle loro origini.

Il punto forte di Terra Formars è proprio nella mutazione degli scarafaggi e nella possibilità di creare ulteriori ibridi uomo-insetto, che diventano in pratica dei super-soldati. Portando le particolari abilità di resistenza e forza degli insetti a misura umana, sia gli antagonisti che i “buoni” di questa storia appaiono ai nostri occhi ancora più terrificanti e temibili.

La scelta del nemico principale è inoltre molto interessante. Gli scarafaggi sono tra gli insetti più “odiati” sulla Terra: chi mai vorrebbe vederne anche solo uno girovagare per casa alla ricerca di cibo? Ancora più terrificante è pensare alla possibilità di diventare noi stessi cibo per questi animali, e Terra Formars gioca proprio su questa paura innata, la paura di passare dall’essere predatore all’essere preda, senza via di scampo.

Il manga è distribuito in Italia da Star Comics.