A Tokyo una delle ambientazioni di Neon Genesis Evangelion prende vita!


Dalla collaborazione tra il franchise di Evangelion e il produttore di sakè Dassai nasce il Dassai Instrumentality Project!

Un progetto realizzato per celebrare sia il successo di Evangelion sia quello del brand Dassai, marchio che ritroviamo all’interno dell’anime sulle etichette delle bottiglie di birra a casa di Misato Katsuragi. All’epoca però, Dassai ancora non era molto popolare e non figurava fra gli sponsor della serie, tuttavia con il tempo sia il brand che Evangelion hanno acquisito maggiore notorietà, tanta che anche i fan hanno iniziato ad associare i due nomi.

Evangelion è un’opera di fantascienza, quindi molte delle ambientazioni in realtà non esistono, ma grazie al Dassai Instrumentality Project uno degli scenari della serie ha preso vita. Quale? Proprio la sala da pranzo dell’appartamento di Misato, sicuramente uno dei personaggi più apprezzati dell’anime, braccio destro della Nerv e responsabile delle operazioni sul campo delle unità Evangelion contro gli Angeli.

La fedele rappresentazione si trova nel Dassai Store del quartiere Ginza di Tokyo. Appena entrati nello store si potranno notare i diversi pannelli grafici che evocano i vari allarmi ricorrenti in Evangelion e sul tavolo da pranzo alcune bottiglie di Dassai. Inoltre, con la collaborazione di Sapporo Breweries Ltd. e UCC Ueshima Coffee Co, Ltd., sono stati realizzati anche i design delle lattine di birra EBISU e café au lait UCC, anch’essi presenti nell’anime.

Dal 7 giugno al 31 luglio sarà quindi possibile visitare la sala da pranzo di Misato, inoltre ai visitatori sarà concesso di sedersi a tavola e scattare qualche foto commemorativa!

 

Fonti: SoraNews24 / Asahishuzo

 

 

Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, null given in /web/htdocs/www.nippop.it/home/libraries/rokcommon/RokCommon/Collection.php on line 101Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.nippop.it/home/libraries/rokcommon/RokCommon/Collection.php on line 102