Japanese Heels – L’estate di M.me Red: lucciole x lanterne

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

 

L’afa incalza, e M.me Red sciogliendosi diventa nostalgica. Il Giappone, le feste d’estate, le notti precoci illuminate da lucciole e lanterne.

Read more...

Japanese Heels – A scent of ice

Thoughts, words, visions, fragile as the thinnest of heels. A column by M.me Red.

Once more a sunny summer knocks at the door of m.me Red, and she finds herself thinking of the best way to cool oneself, at least according to the Japanese: kakigōri かき氷, shaven ice with syrups. 

Read more...

Japanese Heels – Mamme made in Japan

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

 

 

Oggi, 10 maggio 2015, si festeggia la festa della mamma, e la vostra M.me Red non può fare finta di nulla... dopo tutto anche io ho una mamma!

Read more...

Japanese Heels – La crudele perfidia del fiore di ciliegio

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

 

Anche quest’anno la primavera è arrivata, in un tripudio di bacheche in fiore, delicatamente tinte di rosa. Nemmeno la vostra cinica M.me Red può sottrarsi al fascino sottile dei petali più fragili e perfidi che la natura abbia mai creato... Quindi, che sakura sia!

Read more...

Japanese Heels – Fragili equilibri nella terra fra le stelle

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

Ekuni Kaori, classe 1964, esordisce sulla scena letteraria giovanissima, nel 1987, come autrice di narrativa per l’infanzia e l’adolescenza, ma il grande successo arriva per lei negli anni Novanta, con il romanzo Stella stellina (Kirakira hikaru, 1991; Atmoshere Libri 2013).

Read more...

Japanese Heels – I piaceri del gusto: Ogawa Ito e il ‘gourmet boom’

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

Food looks like an object but is actually a relationship, and the same is true of literary works. (T. Eagleton, 1998)

Read more...

Japanese Heels – Words among the waves

“Wherever we go, we are all connected” (serial experiment lain, 1998)

Thoughts, words, visions, as frailas the thinnest of heels. A column edited by M.me Red.

Read more...

Japanese Heels – Intersezioni Cyborg

Pensieri, parole, visioni, fragili come i più sottili e slanciati dei tacchi a spillo. Una rubrica firmata M.me Red.

Figura che istintivamente ascriviamo al futuro, il cyborg ci parla invece del presente, della società contemporanea, delle sue trasformazioni, dei sogni che le muovono, delle paure che ne scaturiscono. 

Read more...

Japanese Heels- The Land of The Rising Sun's Lost Youth: “ The Generation of the Sun”

Thoughts, words, visions as frail as the thinnest heels. A column by M.me Red.

Mishima Yukio told me that Japanese literature is full of mental cruelty; I wanted to show active physical cruelty instead. (Ishihara Shintaro). 

Read more...

Japanese Heels - Real, possible and imagined cities

Thoughts, words, visions, fragile as the thinnest of heels. A column by M.me Red.

One of the cornerstones of our movement from the Industrial Age to a Post-industrial reality is the increasing relevance of urban spaces as focal nodes for cultural consumption. Cities tend to become containers of goods, services and spectacles that must be understood and re-organized according to the new rhythms of daily life in a metropolitan context.

Read more...

  • 1
  • 2