Lo Staff

Lo staff

Paola Scrolavezza

Paola Scrolavezza, traduttore e critico, insegna ‘Letteratura Giapponese’ presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Si occupa in particolare di letteratura femminile moderna e contemporanea, e si interessa di scritture di genere, noir e SF. Ha tradotto due romanzi di Higashino Keigo (La seconda vita di Naoko, Baldini, Castoldi & Dalai, 2006; Il segreto del lago, Baldini, Castoldi & Dalai, 2007); Profumo di ghiaccio di Ogawa Yoko (Il Saggiatore 2009); Lampi di Hayashi Fumiko (Marsilio, 2011). È autore, con Luisa Bienati, del volume La narrativa giapponese moderna e contemporanea (Marsilio, 2009), e con Maria Roberta Novielli di Lo schermo scritto. Letteratura e cinema in Giappone (Cafoscarina, 2012). Nell’autunno 2009 ha curato a Bologna Bodytracing:la traccia del femminile nel corpo della metropoli, articolato calendario di promozione alla lettura dedicato alla letteratura femminile giapponese contemporanea, e dal 2011 è curatore di NipPop, evento annuale patrocinato dall’Università di Bologna, e incentrato sulle subculture del Giappone contemporaneo.

Giuseppe Gervasio

Giuseppe Gervasio, interprete e traduttore professionista delle lingue giapponese e inglese è il primo socio ammesso da Assointerpreti (la prestigiosa Associazione Nazionale Interpreti di Conferenza Professionisti) per la lingua giapponese. Laureato in Lingue e Letterature Orientali all'Università di Venezia, diplomato in Lingua e Cultura Giapponese all'Università di Tsukuba, e, con alle spalle oltre quindici anni di esperienza, ha curato interpretariati che spaziano da arte a farmacologia, da moda ad auto sportive, fino a incontri internazionali tra capi di stato. Avendo sempre nutrito un amore profondo per la lingua e la cultura giapponese con cui cerca di fungere da ponte tra Italia e Giappone, ha trovato in NipPop una genuina occasione di scambio interattivo tra la penisola del bel paese e l'arcipelago del sol levante.

Francesca Scotti

Francesca Scotti (1981) è nata a Milano. Diplomata in Conservatorio e laureata in Giurisprudenza, nel 2011 ha esordito con la raccolta di racconti Qualcosa di simile (Italic), vincitrice del Premio Fucini e finalista al Premio Lussu Città di Offida. Dal libro è stato tratto l’omonimo cortometraggio per la regia di Alessandra Pescetta. Collabora con il sito web hounlibrointesta.it , la casa di produzione La Casa dei Santi, O barra O edizioni e Radio PopolareL’origine della distanza (Terre di Mezzo Editore, 2013) è il suo ultimo libro. Vive tra l’Italia e il Giappone. Su Facebook la trovi qui, su Twitter è @framirtilli. Il suo sito è francescascotti.it.

Tania Sarti

Affascinata da sempre dalla cultura e dalle tradizioni giapponesi, dall'animazione e dalla letteratura, si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Bologna con una tesi di letteratura comparata moderna giapponese e tedesca. Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale Lingue e Culture dell'Asia e dell'Africa, dopo un periodo di studio presso la Humboldt Universität zu Berlin. I suoi interessi riguardano, nell'ambito contemporaneo, la comunicazione visiva e la cultura materiale e visuale del Giappone contemporaneo nella produzione e ricezione di immagini e oggetti, prodotti dall'ibridismo delle tendenze neo pop (anime, manga, design, arte), mentre, nell'ambito classico, il folklore e i miti autoctoni. Collabora con NipPop dal 2013.

Andrea Funaro

Andrea Funaro (1991) è nato a Lamezia Terme. Il primo contatto con il Giappone avviene grazie alla serie di videogiochi Final Fantasy, di cui è grande fan. Appassionato della cultura POP nipponica, i suoi interessi spaziano dal cinema all’animazione, per arrivare alla musica (pop e hip hop giapponese). È membro del direttivo dell’Associazione Culturale NipPop, di cui fa parte sin dal 2014, e responsabile dell’organizzazione del progetto NipPop: Parole e Forme da Tokyo a Bologna, avviato in collaborazione con la Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione dell’Università di Bologna. Tech e space addicted, twitta dal Giappone come @AndreaFunaro. Si è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Ateneo di Bologna con una tesi sui media mix nelle culture pop giapponesi. Nel 2016 ha conseguito un periodo di studi presso l’Università Gakushuin di Tokyo. Attualmente lavora nella città di Okayama per la rete televisiva TV Setouchi (TX Network).

Davide Maggio

Nato a Firenze nel 1993, è uno spassionato estimatore delle culture pop contemporanee, dalle più ricercate a quelle dai sapori più trash. Entra in contatto quasi inconsapevolmente con il Giappone, quando a sei anni mette piede per la prima volta in Kantō. Si è laureato in Lingue, Mercati e Culture dell'Asia presso la Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione dell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

Chiara Fumagalli

Nata in Brianza ma bolognese di adozione, ama tutto ciò che è al limite tra sogno e realtà, pop e kawaii. Dopo un'infanzia trascorsa tra Pollon e Occhi di Gatto, alle superiori si avvicina al mondo dei manga, di cui inizia a copiarne i disegni. Grazie ad un corso di storia dell'arte contemporanea giapponese durante gli studi universitari si addentra maggiormente nella cultura del Sol Levante, decidendo di laurearsi con una tesi specialistica sulla fotografa Miwa Yanagi, artista scelta per la Biennale di Venezia del 2009. Oltre ad aprire una galleria di fotografia giapponese, sogna di viaggiare attraverso il Giappone inseguendo il sakura e di crearsi una collezione di stampe ukiyo-e.

Enrica Fiacchi

Studentessa del Corso di laurea in Lingue, Mercati e Culture dell’Asia dell’Università di Bologna. Fin da bambina ha un’attrazione per il Paese del Sol Levante. Dopo un viaggio a Tokyo capisce che lo studio della lingua giapponese è la strada giusta da seguire. Amante di manga, anime, videogame Nintendo, non riesce a smettere di disegnare fumetti e sognare di diventare una mangaka.

Luca B Fornaroli

Consulente aziendale e formatore malgré lui, ha passato quasi cinquant'anni a sperare di diventare altro, mangiando e bevendo per trovare consolazione. Laureatosi - non sa neanche lui come - in 'Politics and International Relations' a Londra, sa poco o niente di Giappone e cultura giapponese, ma è un avido lettore di politica, economia, management, arte, noir e romanzi d'amore, ed è un estimatore del sakè. Si occupa di estetica ed etica nel lavoro e nelle organizzazioni, argomento che gli ha procurato tra i manager la fama di non essere del tutto sano di mente. Si considera il più grande esperto vivente di tutto quel che non va detto mentre si beve un Martini Cocktail. Detesta l'autoironia.

  • 1
  • 2